Capispalla invernali: giubbotti o cappotti? Ecco la guida all’acquisto


"Vorrei un cappotto, o è meglio un giubbotto?"

Gli uomini che hanno come unica regola quella di essere sempre eleganti e impeccabili non hanno alcun dubbio:
d’inverno si indossa il cappotto!
 

fashionisti non possono far a meno di guardare ai giubbotti per seguire la moda sui modelli e i colori della stagione.
I piumini colorati sono perfetti per un look da giorno glamour.
 


Il cappotto è un must di qualsiasi guardaroba da uomo che vuole essere elegante anche in inverno, ma è adatto ad ogni tipo di look e di stile, a patto di saper scegliere il modello giusto per l’occasione. La parola d’ordine è valorizzare il proprio fisico!

 

Quale modello di cappotto scegliere?

Cappotto sopra alla giacca

Se serve un cappotto da indossare sopra alla giacca hai da scegliere tra 3 modelli:
Cappotto Chesterfield uomo, Cappotto classico uomo, Cappotto uomo corto.
Il cappotto Topcoat è un cappotto leggero di lana dalla silhouette lunga e slanciata. Il Cappotto tipo Chesterfield è il più conosciuto di questa tipologia. Lo riconosci dal revers di media ampiezza, le due tasche orizzontali con patta tagliare a filetto, un taschino sul petto all’altezza del cuore e lo spacco posteriore. Questo cappotto arriva sopra il ginocchio. Sarà la scelta adatta per presenziare alle cerimonie.
Questa tipologia si indossa sia sopra l’abito che con i jeans se punti ad un look street style. Non è consigliato questo cappotto per trascorrere una giornata all’esterno perché non ti terrà caldo abbastanza, ma è perfetto per coprirsi durante gli spostamenti, già ti vedo elegantissimo mentre scendi dall’auto e vai al ristorante.

Montgomery grigio MANUEL RITZ

Il cappotto classico da uomo è dotato di cappuccio. Se desideri acquistare un capo più versatile, scegli un modello con il cappuccio staccabile. Le caratteristiche principali di questo tipo di modelli sono: il carré impunturato, i tasconi laterali, le tasche tagliate all’altezza del petto e la lunghezza a metà coscia. Il modello classico si presenta con una linea ampia. Con questo modello puoi essere allo stesso tempo comodo ed elegante.

Il cappotto corto si indossa solo se la giacca non è più lunga e non escono i risvolti delle maniche. Questa scelta è per chi ama presentarsi con un look più casual, ma è bene riservarla per i contesti non formali.

I cappotti invernali

Il cappotto Overcoat è l’equivalente del giubbotto, per questo è più pensante. Si tratta sempre di un coprispalla in lana. Per la lunghezza c’è massima scelta sopra e sotto il ginocchio. In questo caso si ampliano le possibilità perché il cappotto Overcoat può essere mono o doppiopetto. Il doppiopetto è la soluzione più stilosa ed elegante. Per essere veramente cool, questo tipo di cappotto si porta abbinato alla sciarpa.
Se ami l’eleganza retrò e formale, per affrontare l’inverno scegli il cappotto Caban. È un cappotto elegante in lana disponibile sia mono che doppiopetto. È più corto del classico trench di cotone e non ha la cintura in vita per non appesantire troppo la figura e ostacolare i movimenti.

Montgomery macro check MANUEL RITZUn cappotto iconico e immancabile in ogni guardaroba è il cappotto Montgomery, realizzato con calda lana duffel, grossa e spessa. Il modello più ricercato è quello con cappuccio chiuso e con alamari. Per l’inverno bisogna optare per un modello con fodera imbottita, caldo e avvolgente.

A fine inverno, quando le giornate iniziano a scaldarsi, è il momento di sfoggiare il cappotto destrutturato.

 

Cappotto uomo, di che colore sceglierlo?

Per i cappotti uomo orientati sui 6 colori fondamentali: nero, grigio, blu, cammello, bianco e check

  • Il cappotto nero è il più versatile come abbinamento, quindi è un vero must.
  • Il cappotto blu o grigio dona subito un’aria ricercata ed elegante, va bene sia per il lavoro che per il tempo libero.
  • Il cappotto cammello è bello solo se è di ottima fattura. Sceglilo di un colore brillante e caratterizzato da dettagli accurati.
  • il cappotto bianco è casual chic, ideale per dare un tono alle situazioni informali.
  • Il cappotto check è da indossare rigorosamente su pantaloni a tinta unita.

Scegliere il cappotto in base al fisico

Le cuciture longitudinali snelliscono la forma, il doppiopetto aumenta il volume del tronco, mentre la cintura evidenzia la larghezza della vita. Conoscere gli effetti che certi dettagli donano alla tua forma ti aiuteranno a scegliere il cappotto perfetto per te.


Cappotto cintura in vita mélange blu MANUEL RITZ

Il cappotto realizzato con lana morbida e senza tasche applicate aiuta a slanciare la figura. In questo caso è meglio optare per i colori scuri.
Se vuoi far risaltare la forma del petto e delle spalle scegli un modello con la cintura in vita. Valorizzerai la tua figura e la tua mascolinità. Anche il doppiopetto amplia il volume delle spalle e del petto, per te che sei un super sportivo è l’ideale!
Il cappotto lungo è perfetto indossato da ragazzi alti. Per tutti gli altri è bene scegliere un cappotto corto o il classico che arriva a metà coscia.

Come abbinare il cappotto

Per il classico abbinamento tra il cappotto e l’outfit elegante c’è solo un consiglio:
stai attento ad abbinare i colori!
Il cappotto, però, può diventare il pezzo forte del tuo stile urban street
abbinato ai jeans e sneakers o anfibi.
Il cappotto con i revers importanti si indossa di sera,
fatti notare è d’obbligo!

Scegli un cappotto moda uomo Trend Uomo